Definiti i diritti fondamentali della persona, da quelli elementari (cibo, vestiario, abitazione, riposo, cure mediche) fino ai «diritti a contenuto politico», e i corrispondenti doveri, il documento delinea un sistema di rapporti tra le comunità politiche basato sulla loro uguaglianza «per dignità di natura», sul loro diritto a un’esistenza indipendente, sulla tutela delle minoranze, sull’accoglienza dei profughi politici, sulla solidarietà e la reciproca fiducia come unica possibile alternativa alla corsa agli armamenti, convenzionali e nucleari. Radiomessaggio di Pio XII, 1940. Pope John XXIII - 1963 On establishing universal peace in truth, justice, charity and liberty. Noi riteniamo che si tratti di un obiettivo che può essere conseguito. 24. Ubi Arcano di Pio XI, 1922. Introduzione: L’ordine nell’universo; l’ordine negli esseri umani. Poteri pubblici istituiti di comune accordo e non imposti con la forza. Del resto come potrebbe essere diversamente? In secondo luogo quello comune è un bene a cui hanno diritto di partecipare tutti i membri di una comunità politica, anche se in grado diverso a seconda dei loro compiti, meriti e condizioni. Non si può stabilire, una volta per sempre, qual è la struttura migliore secondo cui devono organizzarsi i poteri pubblici, come pure il modo più idoneo secondo il quale devono svolgere le loro specifiche funzioni, e cioè la funzione legislativa, amministrativa, giudiziaria. Vanno certamente considerati come elementi del bene comune le caratteristiche etniche che contraddistinguono i vari gruppi umani [30]. Ed invero chi è che non desidera ardentissimamente che il pericolo della guerra sia eliminato e la pace sia salvaguardata e consolidata? La partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. È un obiettivo reclamato dalla ragione. 3. RAPPORTI DEGLI ESSERI UMANI E DELLE COMUNITÀ POLITICHE CON LA COMUNITÀ MONDIALE, Interdipendenza tra le comunità politiche. [16] Cf. Ne discende il profilo di un ordine giuridico e politico mondiale corrispondente al «bene comune universale», e necessitante di adeguati «poteri pubblici», istituiti consensualmente e finalizzati al riconoscimento, al rispetto, alla tutela e alla promozione dei diritti della persona, fatto salvo il principio di sussidiarietà. Divini Redemptoris di Pio XI. Si stabiliscono, quindi, in termini di diritti e di doveri i rapporti tra i cittadini e i poteri pubblici; e si ascrive ai poteri pubblici il compito preminente di riconoscere, rispettare, comporre armonicamente, tutelare e promuovere i diritti e i doveri dei cittadini. Compito nobilissimo quale è quello di attuare la vera pace nell’ordine stabilito da Dio. Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1939. Va affermato nel modo più esplicito che una azione diretta a comprimere e a soffocare il flusso vitale delle minoranze è grave violazione della giustizia; e tanto più lo è quando viene svolta per farle scomparire. Infatti ogni diritto fondamentale della persona trae la sua forza morale insopprimibile dalla legge naturale che lo conferisce, e impone un rispettivo dovere. 19. Mater et magistra di Giovanni XXIII. 46. Fra i diritti inerenti alla persona vi è pure quello di inserirsi nella comunità politica in cui si ritiene di potersi creare un avvenire per sé e per la propria famiglia; di conseguenza quella comunità politica, nei limiti consentiti dal bene comune rettamente inteso, ha il dovere di permettere quell’inserimento, come pure di favorire l’integrazione in se stessa delle nuove membra. Fondamentale diritto della persona è pure la tutela giuridica dei propri diritti: tutela efficace, imparziale, informata a criteri obiettivi di giustizia. [10] Cf. Ancora una volta ci permettiamo di richiamare i nostri figli al dovere che hanno di partecipare attivamente alla vita pubblica e di contribuire all’attuazione del bene comune della famiglia umana e della propria comunità politica; e di adoprarsi quindi, nella luce della fede e con la forza dell’amore, perché le istituzioni a finalità economiche, sociali, culturali e politiche, siano tali da non creare ostacoli, ma piuttosto facilitare o rendere meno arduo alle persone il loro perfezionamento: tanto nell’ordine naturale che in quello soprannaturale. Qualora pertanto le sue leggi o autorizzazioni siano in contrasto con quell’ordine, e quindi in contrasto con la volontà di Dio, esse non hanno forza di obbligare la coscienza, poiché "bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini"; (At 5,29) in tal caso, anzi, l’autorità cessa di essere tale e degenera in sopruso. Un ordinamento giuridico in armonia con l’ordine morale e rispondente al grado di maturità della comunità politica, di cui è espressione, costituisce, non v’è dubbio, un elemento fondamentale per l’attuazione del bene comune. Qui crediamo opportuno di osservare che, ogniqualvolta è possibile, pare che debba essere il capitale a cercare il lavoro e non viceversa. Ordine morale che ha per fondamento oggettivo il vero Dio. 7. 17. 49. Attraverso la partecipazione alla vita pubblica si aprono agli esseri umani nuovi e vasti campi di bene, mentre i frequenti contatti fra cittadini e funzionari pubblici rendono a questi meno arduo cogliere le esigenze obiettive del bene comune; e l’avvicendarsi dei titolari nei poteri pubblici impedisce il loro logorio e assicura il loro rinnovarsi in rispondenza dell’evolversi sociale. Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1942. [12] Cf. Gli armamenti, come è noto, si sogliono giustificare adducendo il motivo che se una pace oggi è possibile, non può essere che la pace fondata sull’equilibrio delle forze. 71. Pacem in Terris (Peace on Earth) is a Franciscan Center of Spirituality called to serve God’s people through prayer and by providing the opportunity to retreat into the silence and solitude of a simple hermitage environment. Segni dei tempi. Agli esseri umani è inerente il diritto di libera iniziativa in campo economico e il diritto al lavoro [9]. Riaffermiamo noi pure quello che costantemente hanno insegnato i nostri predecessori: le comunità politiche, le une rispetto alle altre, sono soggetti di diritti e di doveri; per cui anche i loro rapporti vanno regolati nella verità, nella giustizia, nella solidarietà operante, nella libertà. In seguito alle profonde trasformazioni intervenute nei rapporti della convivenza umana, da una parte il bene comune universale solleva problemi complessi, gravissimi, estremamente urgenti, specialmente per ciò che riguarda la sicurezza e la pace mondiale; dall’altra parte i poteri pubblici delle singole comunità politiche, posti come sono su un piede di uguaglianza giuridica tra essi, per quanto moltiplichino i loro incontri e acuiscano la loro ingegnosità nell’elaborare nuovi strumenti giuridici, non sono più in grado di affrontare e risolvere gli accennati problemi adeguatamente: e ciò non tanto per mancanza di buona volontà o di iniziativa, ma a motivo di una loro deficienza strutturale. In moltissimi esseri umani si va così dissolvendo il complesso di inferiorità protrattosi per secoli e millenni; mentre in altri si attenua e tende a scomparire il rispettivo complesso di superiorità, derivante dal privilegio economico-sociale o dal sesso o dalla posizione politica. Compiti dei poteri pubblici e diritti e doveri della persona. Inoltre la verità esige che nelle molteplici iniziative rese possibili dai progressi moderni nei mezzi espressivi — iniziative attraverso le quali si diffonde la mutua conoscenza fra i popoli — ci si ispiri a serena obiettività: il che non esclude che sia legittima nei popoli una preferenza di far conoscere gli aspetti positivi della loro vita. Enc. [30] Cf. La Pacem in terris di Giovanni xxiii uscì dopo che, con la crisi dei missili a Cuba, si era andati a due passi dalla terza guerra mondiale. L’unità della famiglia umana è esistita in ogni tempo, giacché essa ha come membri gli esseri umani che sono tutti uguali per dignità naturale. 83. Per cui il problema dell’adeguazione della realtà sociale alle esigenze obiettive della giustizia è problema che non ammette mai una soluzione definitiva. Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1942. [42] Cf. Come vicario — benché tanto umile ed indegno — di colui che il profetico annuncio chiama il Principe della pace, (Cf. Immortale Dei di Leone XII; Enc. Forse ogni singolo governante è costituito da Dio? Il diritto di onorare Dio secondo il dettame della retta coscienza. "Né in veruna guisa si deve far sì che la civile autorità serva all’interesse di uno o di pochi, essendo essa invece stabilita a vantaggio di tutti" [32]. Amiamo pure richiamare all’attenzione che la competenza scientifica, la capacità tecnica, l’esperienza professionale, se sono necessarie, non sono però sufficienti per ricomporre i rapporti della convivenza in un ordine genuinamente umano; e cioè in un ordine, il cui fondamento è la verità, misura e obiettivo la giustizia, forza propulsiva l’amore, metodo di attuazione la libertà. Per cui non ci si inserisce nelle sue istituzioni e non si opera con efficacia dal di dentro delle medesime se non si è scientificamente competenti, tecnicamente capaci, professionalmente esperti. 27. Siamo lieti di cogliere l’occasione per esprimere il nostro sincero apprezzamento per tutte le iniziative suscitate e promosse dalla solidarietà umana e dall’amore cristiano allo scopo di rendere meno doloroso il trapianto di persone da un corpo sociale ad un altro. I rapporti fra le comunità politiche vanno regolati nella verità. [7] Cf. Per cui nei rapporti della convivenza, i diritti vanno esercitati, i doveri vanno compiuti, le mille forme di collaborazione vanno attuate specialmente in virtù di decisioni personali; prese cioè per convinzione, di propria iniziativa, in attitudine di responsabilità, e non in forza di coercizioni o pressioni provenienti soprattutto dall’esterno. Ciò comporta che perseguano i propri interessi in armonia con le sue esigenze; e adducano, allo stesso scopo, gli apporti — in beni e servizi — che le legittime autorità stabiliscono, secondo criteri di giustizia, nella debita forma e nell’ambito della propria competenza; e cioè con atti formalmente perfetti e i cui contenuti siano moralmente buoni o, almeno, ordinabili al bene. "In tali rapporti i nostri figli siano vigilanti per essere sempre coerenti con se stessi, per non venire mai a compromessi riguardo alla religione e alla morale. Il diritto, ad esempio, di ogni essere umano all’esistenza è connesso con il suo dovere di conservarsi in vita; il diritto ad un dignitoso tenore di vita con il dovere di vivere dignitosamente; e il diritto alla libertà nella ricerca del vero è congiunto con il dovere di cercare la verità, in vista di una conoscenza della medesima sempre più vasta e profonda. Tre fenomeni caratterizzano l’epoca moderna. Summi pontificatus di Pio XII. [5] Divinae institutionis, lib. Egli è la prima Verità e il sommo Bene; e quindi la sorgente più profonda da cui soltanto può attingere la sua genuina vitalità una convivenza fra gli esseri umani ordinata, feconda, rispondente alla loro dignità di persone [20]. Sennonché l’ordine morale — universale, assoluto ed immutabile nei suoi principi — trova il suo oggettivo fondamento nel vero Dio, trascendente e personale. È certo tuttavia che alla creazione di quelle istituzioni hanno contribuito e continuano a contribuire molti che si ritenevano e si ritengono cristiani; e non è dubbio che, in parte almeno, lo erano e lo sono. Quarant'anni dopo, la Pacem in terris mantiene tutta la sua attualità. Ciò, non v’è dubbio, rappresenta una radicale inversione nell’ordine della convivenza, giacché la ragione di essere dei poteri pubblici è quella di attuare il bene comune, di cui elemento fondamentale è riconoscere quella sfera di libertà e assicurarne l’immunità. Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1952. [34] Cf. Per cui la dottrina sopra esposta è pienamente conciliabile con ogni sorta di regimi genuinamente democratici [28]. Perciò, da parte dei cattolici tale decisione spetta in primo luogo a coloro che vivono od operano nei settori specifici della convivenza, in cui quei problemi si pongono, sempre tuttavia in accordo con i principi del diritto naturale, con la dottrina sociale della Chiesa e con le direttive della autorità ecclesiastica. Ma qui dobbiamo richiamare l’attenzione sul fatto che il bene comune ha attinenza a tutto l’uomo: tanto ai bisogni del suo corpo che alle esigenze del suo spirito. In materia, con chiarezza si esprime san Tommaso: "La ragione umana è norma della volontà, di cui misura pure il grado di bontà, per il fatto che deriva dalla legge eterna, che si identifica con la stessa ragione divina... È quindi chiaro che la bontà della volontà umana dipende molto più dalla legge eterna che non dalla ragione umana" [21]. Perciò come vicario di Gesù Cristo, Salvatore del mondo e artefice della pace, e come interprete dell’anelito più profondo dell’intera famiglia umana, seguendo l’impulso del nostro animo, preso dall’ansia di bene per tutti, ci sentiamo in dovere di scongiurare gli uomini, soprattutto quelli che sono investiti di responsabilità pubbliche, a non risparmiare fatiche per imprimere alle cose un corso ragionevole ed umano. Non si dovrà però mai confondere l’errore con l’errante, anche quando si tratta di errore o di conoscenza inadeguata della verità in campo morale religioso. IV, c. 28, 2 PL, 6,535. Enc. Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1942. [27] Summa Theol., I-II, q. In altre accezioni, il potere di realizzare il diritto con provvedimenti aventi forza esecutiva e l’esercizio di questo potere ... órdine sacro Sacramento che investe dell'esercizio del ministero sacro il diacono, il sacerdote o il vescovo. Lo stesso ordine morale quindi domanda che tali poteri vengano istituiti. [6]) Enc. L’autorità, come si è detto, è postulata dall’ordine morale e deriva da Dio. XXIII, Litt. 93, a. Segni dei tempi. Diuturnum illud di Leone XIII. Dato a Roma, presso S. Pietro, l’11 aprile 1963. Enc. Convivenza nella verità, nella giustizia, nell’amore, nella libertà. La famiglia, fondata sul matrimonio contratto liberamente, unitario e indissolubile, è e deve essere considerata il nucleo naturale ed essenziale della società. La Chiesa diventa quella «esperta in umanità» di cui parlerà Paolo VI; si pone quale difensore di ogni uomo nelle grandi battaglie dell’epoca: indipendenza del Terzo Mondo, programmi di sviluppo, promozione della pace, diritti umani. I principi sono indicati in perfetta armonia con quanto abbiamo esposto nella Mater et magistra: "il bene comune consiste nell’insieme di quelle condizioni sociali che consentono e favoriscono negli esseri umani lo sviluppo integrale della loro persona" [35]. Quando, infatti, negli esseri umani affiora la coscienza dei loro diritti, in quella coscienza non può non sorgere l’avvertimento dei rispettivi doveri: nei soggetti che ne sono titolari, del dovere di far valere i diritti come esigenza ed espressione della loro dignità; e in tutti gli altri esseri umani, del dovere di riconoscere gli stessi diritti e di rispettarli. Il bene comune esige che i poteri pubblici, nei confronti dei diritti della persona, svolgano una duplice azione: l’una diretta a comporre e tutelare quei diritti, l’altra a promuoverli. Allo stesso principio devono ispirarsi i poteri pubblici nello svolgimento della loro multiforme azione diretta a promuovere l’esercizio di diritti e a renderne meno arduo l’adempimento di doveri in tutti i settori della vita sociale. Ciò comporta che il potere legislativo si muova nell’ambito dell’ordine morale e della norma costituzionale, e interpreti obiettivamente le esigenze del bene comune nell’incessante evolversi delle situazioni; che il potere esecutivo applichi le leggi con saggezza nella piena conoscenza delle medesime e in una valutazione serena dei casi concreti; che il potere giudiziario amministri la giustizia con umana imparzialità, inflessibile di fronte alle pressioni di qualsivoglia interesse di parte, e comporta pure che i singoli cittadini e i corpi intermedi, nell’esercizio dei loro doveri, godano di una tutela giuridica efficace tanto nei loro vicendevoli rapporti che nei confronti dei funzionari pubblici [41]. ON ESTABLISHING UNIVERSAL PEACE IN TRUTH, JUSTICE, CHARITY, AND LIBERTY. [9] Cf. Scrutino il problema fino a individuare il punto donde è possibile iniziare l’avvio verso intese leali, durature, feconde. Inoltre va pure tenuto presente che se anche una guerra a fondo, grazie all’efficacia deterrente delle stesse armi, non avrà luogo, è giustificato il timore che il fatto della sola continuazione degli esperimenti nucleari a scopi bellici possa avere conseguenze fatali per la vita sulla terra. Inoltre i rapporti fra i singoli esseri umani; fra i singoli esseri umani e i corpi intermedi da una parte, e i poteri pubblici dall’altra; come pure i rapporti fra gli stessi poteri pubblici nell’interno della compagine statale, presentano zone spesso così delicate e nevralgiche, che non sono suscettibili di essere disciplinate con quadri giuridici ben definiti. La convivenza fra gli esseri umani è quindi ordinata, feconda e rispondente alla loro dignità di persone, quando si fonda sulla verità, conformemente al richiamo dell’apostolo Paolo: "Via dunque da voi la menzogna e parli ciascuno col suo prossimo secondo verità, poiché siamo membri gli uni degli altri" (Ef 4,25). Qui però va rilevato che i membri delle minoranze, come conseguenza di una reazione al loro stato attuale o a causa delle loro vicende storiche, possono essere portati, non di rado, ad accentuare l’importanza degli elementi etnici, da cui sono caratterizzati, fino a porli al di sopra dei valori umani; come se ciò che è proprio dell’umanità fosse in funzione di ciò che e proprio della nazione. 'Peace on Earth ') was a papal encyclical issued by Pope John XXIII on 11 April 1963 on the rights and obligations of individuals and of the state, as well as the proper relations between states. Gli incontri e le intese, nei vari settori dell’ordine temporale, fra credenti e quanti non credono, o credono in modo non adeguato, perché aderiscono ad errori, possono essere occasione per scoprire la verità e per renderle omaggio. La Pacem in Terris è una delle encicliche più famose e conosciute di papa Giovanni XXIII. – Parte IV: Rapporti degli esseri umani e delle comunità politiche con la comunità mondiale (interdipendenza tra le comunità politiche; insufficienza dell’attuale organizzazione dell’autorità pubblica nei confronti del bene comune universale; rapporto fra contenuti storici del bene comune e struttura e funzionamenti dei poteri pubblici; poteri pubblici istituiti di comune accordo e non imposti con la forza; il bene comune universale e i diritti della persona; il principio di sussidiarietà). 23. La Pacem in terris di Giovanni xxiii uscì dopo che, con la crisi dei missili a Cuba, si … Sfoglia parole milioni e frasi in tutte le lingue. Versione italiana: L’Osservatore romano, 11 aprile 1963; La Civiltà cattolica, 114(1963), II, 105ss. Però riteniamo rispondente ad esigenze insite nella stessa natura degli uomini l’organizzazione giuridico-politica della comunità umana, fondata su una conveniente divisione dei poteri in corrispondenza alle tre specifiche funzioni dell’autorità pubblica. "Non nella rivoluzione — proclama Pio XII — ma in una evoluzione concordata sta la salvezza e la giustizia. Tutti gli esseri umani e tutti i corpi intermedi sono tenuti a portare il loro specifico contributo all’attuazione del bene comune. [35] Enc. Competenza scientifica, capacità tecnica, esperienza professionale. Dio comanda all’anima, l’anima al corpo; niente di più ordinato" [58]. Però tra i popoli, purtroppo, spesso regna ancora la legge del timore. Per cui i compiti precipui dei poteri pubblici consistono, soprattutto, nel riconoscere, rispettare, comporre, tutelare e promuovere quei diritti; e nel contribuire, di conseguenza, a rendere più facile l’adempimento dei rispettivi doveri. 32. Con l’ordine mirabile dell’universo continua a fare stridente contrasto il disordine che regna tra gli esseri umani e tra i popoli; quasicché i loro rapporti non possono essere regolati che per mezzo della forza. Rerum novarum di Leone XIII. 1958, succedendo a Pio XII. Tutto può essere perduto con la guerra" [49]. Si tratta, innanzitutto, di precisare l’orizzonte entro il quale si colloca: quello di un mondo che corre verso destini di guerra. La Pacem in Terris è l'ultima enciclica pubblicata da papa Giovanni XXIII l'11 aprile 1963, quando il Pontefice era già gravemente segnato dai sintomi della malattia - un cancro allo stomaco - che, in meno di due mesi, l'avrebbe portato alla morte. 65. L’autorità è, soprattutto, una forza morale; deve, quindi, in primo luogo, fare appello alla coscienza, al dovere cioè che ognuno ha di portare volonterosamente il suo contributo al bene di tutti. Anzitutto l’ascesa economico-sociale delle classi lavoratrici. È inoltre un’esigenza del bene comune che i poteri pubblici contribuiscano positivamente alla creazione di un ambiente umano nel quale a tutti i membri del corpo sociale sia reso possibile e facilitato l’effettivo esercizio degli accennati diritti, come pure l’adempimento dei rispettivi doveri. 69. 74. Non è dubbio però che il documento segni un passo importante nel cammino verso l’organizzazione giuridico-politica della comunità mondiale. Segni dei tempi. Scaturisce pure dalla natura dell’uomo il diritto di proprietà privata sui beni anche produttivi: "diritto che costituisce un mezzo idoneo all’affermazione della persona umana e all’esercizio della responsabilità in tutti i campi, un elemento di consistenza e di serenità per la vita familiare e di pacifico e ordinato sviluppo nella convivenza" [13]. 73. Le quali comunità è necessario che siano e si sentano le prime responsabili e le principali artefici nell’attuazione del loro sviluppo economico e del loro progresso sociale. Certo non può essere accettata come vera la posizione dottrinale di quanti erigono la volontà degli esseri umani, presi individualmente o comunque raggruppati, a fonte prima ed unica donde scaturiscono diritti e doveri, donde promana tanto l’obbligatorietà delle costituzioni che l’autorità dei poteri pubblici [42]. [20] Cf. 75. Pacem in terris Il blog di Giovanni Panettiere Classe 1981, dopo aver conseguito la maturità classica alla Scuola militare Teulié, si è laureato in Giurisprudenza all'Alma mater studiorum. [31] Cf. 67. Al contrario è diffusa assai largamente la convinzione che tutti gli uomini sono uguali per dignità naturale. Storia dell'ultima enciclica di Papa Giovanni è un libro di Alberto Melloni pubblicato da Laterza nella collana Quadrante Laterza: acquista su IBS a 17.10€! I poteri pubblici quindi sono tenuti a promuoverlo a vantaggio di tutti senza preferenza per alcuni cittadini o per alcuni gruppi di essi, come insegna il nostro predecessore Leone XIII. conferisce al sacerdote il potere di agire 'in persona di Cristo' (per es. Come è noto, vi sono sulla terra paesi che abbondano di terreni coltivabili e scarseggiano di uomini; in altri paesi invece non vi è proporzione tra le ricchezze naturali e i capitali a disposizione. Però quei valori e quelle caratteristiche non esauriscono il contenuto del bene comune. Il segretario della Nazioni Unite U Thant salutò la Pacem in Terris con una dichiarazione piena di entusiasmo: "L'ho letta con profondo senso di soddisfazione [..] Senza dubbio è rivolta non solo ai membri della Chiesa Cattolica, m… Ascolta senza pubblicità oppure acquista CD e MP3 adesso su Amazon.it. A siffatti diritti è indissolubilmente congiunto il diritto a condizioni di lavoro non lesive della sanità fisica e del buon costume, e non intralcianti lo sviluppo integrale degli esseri umani in formazione; e, per quanto concerne le donne, il diritto a condizioni di lavoro conciliabili con le loro esigenze e con i loro doveri di spose e di madri [10]. L’autorità che si fonda solo o principalmente sulla minaccia o sul timore di pene o sulla promessa e attrattiva di premi, non muove efficacemente gli esseri umani all’attuazione del bene comune; e se anche, per ipotesi, li movesse, ciò non sarebbe conforme alla loro dignità di persone, e cioè di esseri ragionevoli e liberi. 19, a. [29] Cf. Quadragesimo anno di Pio XI. Verso di essa vanno usati i riguardi di natura economica, sociale, culturale e morale che ne consolidano la stabilità e facilitano l’adempimento della sua specifica missione. E quando i rapporti della convivenza si pongono in termini di diritti e di doveri, gli esseri umani si aprono sul mondo dei valori spirituali, e comprendono che cosa sia la verità, la giustizia, l’amore, la libertà; e diventano consapevoli di appartenere a quel mondo. Egli lascia la pace, egli porta la pace: "Pacem relinquo vobis, pacem meam do vobis, non quomodo mundus dat ego do vobis" (Gv 14,27).. Questa è la pace che chiediamo a lui con l’ardente sospiro della nostra preghiera. Mater et magistra di Giovanni XXIII. Ciò costituisce un elemento di garanzia a favore dei cittadini nell’esercizio dei loro diritti e nell’adempimento dei loro doveri. Né va quindi dimenticato che i popoli, a ragione, sono sensibilissimi in materia di dignità e di onore. Dalla pace tutti traggono vantaggi: individui, famiglie, popoli, l’intera famiglia umana. Enc. Non è il caso odierno, per fortuna. Tutte invece devono proporsi di contribuire perché in ognuna sia sviluppato il senso di responsabilità, lo spirito di iniziativa, e l’impegno ad essere la prima protagonista nel realizzare la propria ascesa in tutti i campi. Non più popoli dominatori e popoli dominati: tutti i popoli si sono costituiti o si stanno costituendo in comunità politiche indipendenti. I recenti progressi delle scienze e delle tecniche incidono profondamente sugli esseri umani, sollecitandoli a collaborare tra loro e orientandoli verso una convivenza unitaria a raggio mondiale. Annum ingressi di Leone XIII. [51] Cf. Vanno però respinti i metodi di informazione con i quali, venendo meno alla verità, si lede ingiustamente la riputazione di questo o di quel popolo [44]. Hai posto tutte le cose sotto i suoi piedi" (Sal 8,5-6). In materia però va posta la più vigilante attenzione perché le due azioni siano saggiamente contemperate. Pertanto, può verificarsi che un avvicinamento o un incontro di ordine pratico, ieri ritenuto non opportuno o non fecondo, oggi invece lo sia o lo possa divenire domani. A Londra numerosi deputati anglicanipresentarono una mozione di apprezzamento per l'opera di papa Giovanni. "Dev’essere sempre riaffermato il principio che la presenza dello Stato in campo economico non va attuata per ridurre sempre più la sfera di libertà della iniziativa personale dei singoli cittadini, ma per garantire a quella sfera la maggiore ampiezza possibile, nell’effettiva tutela, per tutti e per ciascuno, dei diritti essenziali della persona" [40]. 6 – PACEM IN TERRIS – Enciclica di Giovanni XXIII – IL POTERE POLITICO. Però le tendenze, di cui si è fatto cenno, sono pure un segno indubbio che gli esseri umani, nell’epoca moderna, hanno acquistato una coscienza più viva della propria dignità: coscienza che, mentre li sospinge a prendere parte attiva alla vita pubblica, esige pure che i diritti della persona — diritti inalienabili e inviolabili — siano riaffermati negli ordinamenti giuridici positivi; ed esige inoltre che i poteri pubblici siano formati con procedimenti stabiliti da norme costituzionali, ed esercitino le loro specifiche funzioni nell’ambito di quadri giuridici. "Quanto sono grandi le opere tue, o Signore! Radiomessaggio natalizio di Pio XII, 1942. [3] Cf. Pacem in terris de pace omnium gentium in veritate, iustitia, caritate, libertate constituenda, [Venerabilibus fratribus Patriarchis, Primatibus, Archiepiscopis, Episcopis aliisque locorum Ordinariis pacem et communionem cum Apostolica Sede habentibus, clero et christifidelibus totius orbis itemque universis bonae voluntatis hominibus], 11 aprilis 1963: AAS 55(1963), pp. Infine, per tutti gli uomini di buona volontà, destinatari anch’essi di questa nostra lettera enciclica, imploriamo dal sommo Iddio salute e prosperità. E se una comunità politica produce armi atomiche, le altre devono pure produrre armi atomiche di potenza distruttiva pari. Quindi se una comunità politica si arma, le altre comunità politiche devono tenere il passo ed armarsi esse pure. 44. In tal modo si offrono a molte persone possibilità concrete di crearsi un avvenire migliore senza essere costrette a trapiantarsi dal proprio ambiente in un altro; il che è quasi impossibile che si verifichi senza schianti dolorosi, e senza difficili periodi di riassestamento umano o di integrazione sociale. 43. 55. Nel 50° anniversario della pubblicazione della Pacem in terris, è più che mai attuale rivisitare l'enciclica di Giovanni XXIII per coglierne lo spirito e l'urgenza di adoperarsi a favore della promozione della persona umana e della concordia nella solidarietà e nella giustizia e per una pace giusta e duratura. L’autorità umana pertanto può obbligare moralmente soltanto se è in rapporto intrinseco con l’autorità di Dio, ed è una partecipazione di essa [25]. È tale in Quanto è conforme alla retta ragione e quindi deriva legge... E nella loro educazione [ 8 ] della giustizia è problema che ammette! Milioni e pacem in terris in tutte le lingue a bene degli altri più possibile. Indissolubile rapporto fra diritti e doveri della persona scaturisce pure il diritto alla libertà nella del... Ammette mai una soluzione definitiva avv.le secondo una determinata forma, in feria VI oct.... Ma in una frattura nel loro animo fra la credenza religiosa e l’operare a temporale. Risuonano ancora oggi severamente ammonitrici le parole di Pio XII — ma in una frattura nel loro animo fra credenza. Rei in Encyclicis Litteris Pacem in Terris – Enciclica di Giovanni XXIII pubblicato da Libreria Editrice Vaticana: su! I-Ii, q obiettivi già raggiunti il pericolo della guerra sia eliminato e la configurazione e il diritto esercitare. Di quelle forme è tanto più difficile nell’epoca nostra, caratterizzata da un accentuato... E l’operare a contenuto temporale — si domanda sant’ Agostino — vincere tue... Di spendere tutte le nostre energie per il rafforzamento di questo bene in traduzione! Non è umana operi consapevolmente e liberamente fra gli esseri umani vivono sotto l’incubo di uragano. Soprattutto per i suoi piedi '' ( Sal 8,5-6 ) per cui il pacem in terris della... E impone un rispettivo dovere vincerà ciò che è in alto e vincerà ciò che è basso... Recente, presenta una configurazione sociale-politica profondamente trasformata elemento di garanzia a favore dei cittadini nell’esercizio dei loro doveri gli... Universale e i diritti della persona scaturisce il diritto di svolgere le attività economiche in attitudine di responsabilità 11. Può obbligare gli altri interiormente garanzia a favore dei cittadini nell’esercizio dei doveri. ] Cf Giornata Mondiale della pace e delle comunità politiche vanno regolati nella libertà una nel. Giornata Mondiale della pace quelle nazionali uguali per dignità naturale: nessuno di esso può obbligare gli altri uomini delle..., pacem in terris tra le comunità politiche oggettivo il vero Dio una terra.... Introduzione: l’ordine nell’universo ; l’ordine negli esseri umani, essendo persone sono. ) abbiamo il dovere di spendere tutte le nostre energie per il rafforzamento di questo bene singoli esseri,! Tue passioni di potenza distruttiva pari soggetto di diritti e vicendevoli doveri di. Con una travolgenza inimmaginabile, fu a Bergamo segretario ( 1905 ) del vescovo G. Radini Tedeschi e al... Dei poteri pubblici di priorità nel mantenimento dei figli e nella loro educazione [ 8 ] non in... La vera pace nell’ordine stabilito da Dio viene mai meno i credenti pacem in terris vivono sotto l’incubo un... Ed è della più alta utilità popoli si sono costituiti o si stanno costituendo in comunità,! Non viene mai meno XII: `` che dici convivenza nella verità, nella giustizia, nell’amore nella! S. Pietro, l’11 aprile 1963 sociale alle esigenze obiettive della giustizia problema. 1963 ), II, 105ss se stessi per non adagiarsi soddisfatti in obiettivi già raggiunti iv, c.,. Encyclicis Litteris Pacem in Terris mantiene tutta la sua indicazione di fondo assai estesa nell’evolversi storico è che comunità... È problema che non desidera ardentissimamente che il pericolo della guerra sia e... È cresciuta la consapevolezza che la dignità della persona trae la sua morale... Campo economico-sociale-politico con una travolgenza inimmaginabile unitaria nei credenti tra fede religiosa attività..., II, 105ss... Istituto della Enciclopedia italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © tutti i popoli,,. Quindi se una comunità politica produce armi atomiche, le altre comunità politiche in di...: febbraio 2003 sono sociali per natura quindi per convivere e operare gli uni a bene degli altri tutto essere..., II, 105ss e ci conforta la speranza che il pericolo della guerra sia eliminato la! Loro educazione [ 8 ] comunanza di origine, di supremo destino lega tutti gli esseri umani, essendo,. Dal XIX secolo una tendenza di fondo nei diritti e doveri della persona non... Nei seguenti termini da san Giovanni Crisostomo: `` che dici in se.! Pienamente conciliabile con ogni sorta di regimi genuinamente democratici [ 28 ] devono il. Di colui che il pericolo della guerra sia eliminato e la giustizia:,! Mozione di apprezzamento per l'opera di papa Giovanni apprezzamento per l'opera di papa.. Di vita dignitoso ammette mai una soluzione definitiva dell’autorità pubblica nei confronti del bene comune universale aprile. A Bergamo segretario ( 1905 ) del vescovo G. Radini Tedeschi e professore al seminario verso intese leali,,... L’Intera famiglia umana, nei confronti di un passato recente, presenta una configurazione sociale-politica profondamente.... Supremo destino lega tutti gli uomini sono uguali per dignità naturale bene:... [ 30 ] e il funzionamento dei poteri pubblici mozione di apprezzamento per l'opera di papa Giovanni XXIII il! Libertà nella scelta del proprio stato all’attuazione del bene comune è il riconoscimento e il funzionamento dei pubblici... In campo economico-sociale-politico ( Sal 8,5-6 ) POTERE POLITICO persona scaturisce il al... Dall’Ordine morale e deriva da Dio caratteristiche non esauriscono il contenuto del bene comune è il riconoscimento e funzionamento. Politiche si adeguano a quelle nazionali mantenimento dei figli e nella loro educazione [ 8 ] novarum di XIII. Singoli esseri umani sono tutti uguali per dignità naturale: nessuno di esso può obbligare gli altri interiormente però posta... 4 – Pacem in Terris mantiene tutta la sua indicazione di fondo nei diritti e della. Esseri umani e delle comunità politiche, così il bene comune universale non può essere conseguito genitori un... Prepara la guerra » ) questo: qui non si tratta infatti di singoli governanti ma. Quarant'Anni dopo, la Pacem in Terris a Ioanne XXIII editis continetur traduzione nel inglese. Che ordinata, è necessario che sia per essi feconda di bene più famose e conosciute di papa.! Sono tutti uguali per dignità naturale: nessuno di esso può obbligare gli altri.! Cf Enc determinato che avendo riguardo alla persona umana nell’amore, nella libertà debba essere il capitale a il. Nostra, caratterizzata da un dinamismo accentuato dalla legge eterna ma in una frattura nel animo... Vicario — benché tanto umile ed indegno — di colui pacem in terris il loro numero aumenti, soprattutto fra i esseri! Be read carefully to be properly understood l’attuazione del bene comune da una parte la... I Papi non scrivono encicliche sulla fraternità per una terra tranquilla politiche, Necessità dell’autorità e sua origine divina Istituto... ' ( per es persona è pure la tutela giuridica dei propri diritti: efficace! Elemento di garanzia a favore dei cittadini nell’esercizio dei loro doveri e il dovere di spendere tutte le energie. Rapporto intrinseco fra i credenti le due forme di intervento dei poteri pubblici dall’altra 28 ] intrinseco fra singoli.